logo studioar

LINEE GUIDA PER LA DESTINAZIONE D'USO DEL CASTELLO DI RODDI (CN)

Il progetto si prefigge di ricavare all'interno del castello di Roddi un polo museale per la conservazione, valorizzazione e diffusione dei prodotti delle Langhe e del Roero. La scommessa progettuale nasce dalla volontà di rendere accessibile il castello di Roddi, la cui possibilità di utilizzo oggi é fortemente negata dall'impostazione architettonica dello stesso. Nasce così la "Torre d'assalto" - sistema diastributivo aggiunto - che trova spazio in una zona angolare ben occultata dalle imponenti strutture del castello e che consente di raggiungere i diversi livelli in una struttura praticamente non percepibile percorrendo le strade di avvicinamento.


Collegamento verticale visto dal cortile

Schizzo della sezione del nuovo collegamento verticale

Castello di Roddi visto dalla piazza del municipio

 

 

 

ENTE BANDITORE:
Comune di Roddi (Cn)
GRUPPO DI PROGETTAZIONE:
arch. Michele Ruffino
arch. Lauretta Musso
ARCHIVIDIMO F.lli Vinardi
arch. De Meo, arch. P. Demontis, arch. C.I.Zanotti, arch.A. Artom
ANNO:
2007
LUOGO:
Roddi (Cn)
TIPOLOGIA:
Concorso

 

 

     ( Lo Studio )       ( I Progetti )       ( Le Pubblicazoni )        ( I Convegni )        ( Contatti )        ( Web Connections )