logo studioar

PIANO DI RECUPERO DI SANTA MARIA MAGGIORE - SUSA (TO)

"....ricordando l'Amico Bruno, uno di noi che ci ha lasciati...."
La cittą di Susa, attraverso il piano di recupero di santa Maria Maggiore, ha inteso riqualificare e recuperare all'uso residenziale pubblico gli edifici della vasta area urbana (c.ca 2 ettari) che si frappone a cuscinetto tra la via Martiri della libertą e i giardini di piazza Pola, a ridosso della cortina delle mura romane. Obiettivo del piano é stato quello di ristrutturare i volumi edilizi malsani ed inutilizzati (c.ca 33.000 mc) restituendoli all'uso proprio residenziale, rivalorizzare le emergenze storico - architettoniche (ex chiesa di santa Maria Maggiore), realizzare continuitą fisica tra la Susa commerciale e la Susa archeologica, dotare la zona di un adeguato impianto di infrastrutture e arredo urbano per favorirne la rinascita e incentivare nuovi insediamenti.


La zona di santa Maria Maggiore - Susa (To)

Un cortile del comparto di santa Maria Maggiore, a restauro ultimato - Susa (To)

Un cortile del comparto di santa Maria Maggiore, vista notturna

Piazzetta di santa Maria Maggiore, a recupero completato. Sulla destra il campanile omonimo.

Campanile di santa Maria Maggiore a lavori ultimati

Campanile di santa Maria Maggiore, vista notturna

Vicolo delle Carceri, con il singolare sistema di raccolta acque meteoriche - Susa (To)

Casa dei Canonici, particolare delle colonne e capitelli.

 

 

 

COMMITTENTE:
Cittą di Susa (To)
GRUPPO DI PROGETTAZIONE:
arch. Michele Ruffino
arch. Lauretta Musso
ing. Bruno Branciari
ANNO:
1986
LUOGO:
Susa (To)
TIPOLOGIA:
Lavoro

 

 

     ( Lo Studio )       ( I Progetti )       ( Le Pubblicazoni )        ( I Convegni )        ( Contatti )        ( Web Connections )